17/01/2024 01:57

Dati in tempo reale

 

In questa sezione sono disponibili i dati delle ultime 24 ore, ed la rilevazione più recente è visualizzato nell'estremità destra di ogni grafico. È presente un dato ogni 30 minuti per ciascun parametro. La pressione è graficata sia con le precipitazioni sia con il vento per poter apprezzare meglio come questa incida sulla ventilazione e sulla pluviometria. Si noti, inoltre, che la precipitazione è quella cumulata, tuttavia più avanti introdurrò una variabile apposita in modo da mostrare in colonna le precipitazioni di ogni mezz'ora ed in linea la cumulata complessiva giornaliera. Il vento mostrato è quello rilevato nell'istante, non le media di ogni mezz'ora.

Scritto da Mariano Strozzi | Permanent Link | Home
17/01/2024 01:55

Previsioni a breve termine

 

Situazione

aggiornamento: 22/02/2024

Buongiorno. Il cielo grigio di oggi non è che l'altra faccia di questo mite inverno (o autunno?) che si dondola fra giornate anticicloniche ed altre più uggiose. Il cambiamento è alle porte, con l'imminente crollo del robusto anticiclone. Nelle ultime 24 ore, infatti, la pressione ha perso 14 ettopascal, e scenderà ulteriormente nel corso di questi giorni, grazie all'instaurazione di un persistente regime ciclonico che ci accompagnerà alle soglie della primavera meteorologica. L'aria che entrerà sarà di natura polare-marittima, dunque moderatamente fredda solo in quota, e pertanto il rientro delle anomalie - divenute oramai normalità - a cui si assisterà alle quote superiori non si propagherà con la medesima entità al suolo. Insomma, una situazione molto simile a quella osservata a febbraio di appena un anno fa, anche in quel caso a fine mese. Si tratterà di correnti di Libeccio molto tese, che tuttavia consentiranno una discreta finestra piovosa lungo il canale Genova-Milano, con coinvolgimento parziale anche della nostra provincia. Un primo passaggio prefrontale arriverà nel pomeriggio-sera odierno, seguito da una pausa dei fenomeni e da una loro ripresa, con intensità maggiore e a tratti forte (specie sui rilievi) all'ingresso del fronte freddo delineato da un forte ramo ascendente della jet-stream, con tempistica di poco precedente l'alba di venerdì. Spoiler: tornerà la neve sui 1000 mt in Appennino. Occhio al vento sui rilievi oggi e domani!

Previsioni

venerdì 23: cielo coperto con raffiche di vento da E moderate in pianura, di burrasca da SSW sui rilievi e nelle valli appenniniche della provincia (specie quelle orientate in quella direzione, ovvero quasi tutte), a seguire fenomeni intensi su tutta la Val Tidone in una breve finestra temporale tra le 4 e le 8, dopodichè immediati rasserenamenti con nuvolosità variabile e raffiche di vento moderate da NW, con rialzo termico associato; temperature comprese fra +6°C e +13°C. Neve in possibile abbassamento fin verso i 1100 mt, accompagnata da colpi di tuono, con accumuli rilevanti sulle vette oltre i 1500 mt, dove saranno possibili anche 20-40 cm.

sabato 24: cielo quasi sereno nella notte, con possibilità di nebbia per un rientro da E, venti sempre tesi in collina; nel corso della giornata passaggio temporaneo a cielo coperto o molto nuvoloso; temperature in calo fra +2°C e +12°C, venti sempre forti sui rilievi appenninici.

domenica 25: nuova perturbazione, con cielo coperto e pioggia moderata dalla sera, a partire dai rilievi, con quota neve inizialmente attorno ai 1000 mt sulle cime rivolte verso la pianura, ma in successivo rialzo rapido; temperature tra +4°C e +10°C, venti da E moderati, tesi da SW in montagna.

tendenza: lunedì, la terza fase perturbata del mese di febbraio entrerà nel vivo, con fenomeni abbondanti specie sul Piemonte (grazie a correnti molto meridionali). Ciò determinerà tuttavia un forte rialzo termico alle quote superiori, con la neve che cederà spazio alla pioggi anche sulle vette, rimanendo relegata a quote basse solo sul Piemonte occidentale, dove si avranno nevicate copiose.

Radar delle precipitazioni

Scritto da Mariano Strozzi | Permanent Link | Home
16/01/2024 01:55

Previsioni a lungo termine

 

aggiornamento: 18/02/2024

Di seguito sono esposte le tendenze da me elaborate sulla base dell'analisi degli indici teleconnettivi atmosferici. Trattandosi di tendenze, il loro scopo non è di fornire un dettaglio per la singola giornata, bensì definire il tempo che il linea di massima ci si può attendere per una dato periodo, con un margine di errore crescente di pari passo con l'aumentare della distanza temporale. Le mappe relative alle anomalie di geopotenziale a 500 hPa sono prese dal sito https://www.kylemacritchie.com.

Tendenza 22-25 febbraio

Il disturbo concomitante costituito da Madden e radiazione solare ormai intensa al VP imporranno un ridimensionamento netto delle velocità zonali in stratosfera, il terzo dell'inverno, e questo potrebbe favorire un primo smantellamento della struttura che finora ha relegato il freddo alle alte latitudini. Questa situazione si manifesterà con il crollo della struttura altopressoria che si è impossessata dell'Italia, e riproporrà condizioni simil-invernali, con freddo moderato e nevicate in montagna ... (leggi tutto)

Scritto da Mariano Strozzi | Permanent Link | Home