30/11/2020 14:58

NOVEMBRE 2020

Anticiclonico e avaro di precipitazioni

La prima decade del mese è del tutto anomala: un poderoso blocco anticiclonico stazionario condiziona il tempo su tutta Italia, portando mitezza eccessiva sui rilievi, mentre in pianura le anomalie termiche, seppur notevoli, sono contenute parzialmente dalla presenza di nebbie talvolta persistenti per buona parte della giornata. Il giorno 6 si tocca la massima assoluta del mese, +18,7. Anche le Alpi cedono la loro veste autunnale acquistata in ottobre a causa dello zero termico costantemente al di sopra dei 2500 mt. Nel corso della seconda decade le code di alcune timide perturbazioni atlantiche provano a scalfire la barriera anticiclonica, arrecando pioviggini poco consistenti, il tutto ancora in un contesto di generale sopra-media termico. Finalmente la situazione si sblocca in maniera decisa a partire dal giorno 20, quando un nucleo di aria polare in discesa sulla mittle Europa scava un minimo di bassa pressione sul medio Tirreno: tornano le piogge e anche la neve in Appennino a partire dai 1200 mt. Il vortice richiama intensi venti dai quadranti nord-orientali, provocando un brusco calo delle temperature che nei giorni successivi si portano al di sotto della media. Il 21 mattina si registra la prima brinata di stagione con +0,1, e la sera stessa si scende in negativo (-0,7). Le temperature continuano a flettere, ed il 26 si tocca la minima assoluta del mese di ben -2,6, dopodiché seguono giornate piuttosto fredde, ma con graduale rialzo termico dovuto all’aumento della copertura nuvolosa, ed il mese si conclude con giornate tipiche novembrine tra nebbie e nubi basse.

In conclusione, il mese risulta segnato da un profondo deficit idrico con soli 19,0 mm contro i 100 mm attesi per questo mese. Il profilo termico, invece, disegna un continuo calo tipico di un mese autunnale, con una prima parte particolarmente mite ed una seconda contraddistinta dai primi freddi, sebbene i valori massimi siano rimasti sempre particolarmente elevati proprio a causa delle giornate spesso serene. Complessivamente, l'anomalia ammonta a +1,09 gradi. Dall'esperienza diretta, posso affermare che novembre 2020 ha presentato anche delle caratteristiche tipiche della stagione, come le frequenti nebbie anche fitte (fenomeno sempre più raro negli ultimi anni) alternate a fasi di tempo uggioso, e, in conclusione, si è avuta puntualmente la prima parentesi dal sapore invernale seppur in un contesto di tempo asciutto.

Temperature medie (°C) Prp (mm)
+4,68 +12,55 +8,19 19,0

FOTO

 

Cielo sereno e prime brinate di stagione

Le schiarite fanno breccia nella nebbia

Brina dorata

Dettaglio brina

Alba sul terreno gelato

Contorni di ghiaccio

Perso nella nebbia

Primo piano

Alba gelida e nebbiosa

Tra autunno e inverno

 

Scritto da Mariano Strozzi | Permanent Link | Home